Da luglio parte il Martinbook Festival

Apre i battenti l’11 luglio il Martinbook Festival (Martinsicuro – Te-) che fino al 17 animerà la rotonda di Las Palmas con presentazioni di libri, dibattiti, mostre fotografiche, teatro, concerti e animazioni varie. Nella giornata del 14 luglio Dimitri Ruggeri ha curato l’incontro con lo scrittore Antonio Pascale.

Le foto della serata del 14/07
La manifestazione, organizzata dal Comune di Martinsicuro e dalla Di Felice Edizioni in collaborazione con l’associazione Martinbook, si propone come uno degli eventi di punta dell’estate truentina.
Il Festival mira alla promozione del libro e dell’arte, intesi come elementi strategici per lo sviluppo socio-culturale, e si propone di creare sinergie per la valorizzazione culturale del territorio truentino coinvolgendo allo stesso tempo realtà culturali non soltanto locali.
Dieci gli stand che nelle sette serate, a partire dalle 20,30 fino a mezzanotte, ospiteranno numerose case editrici, librerie e associazioni.
Numerosi gli scrittori che si alterneranno sul palco per dibattiti e presentazioni di libri e gli artisti che si esibiranno nelle performance più suggestive, tra musica, teatro, reading e proiezioni.
Novità dell’anno la serata di “Anteprima” che si terrà il 10 luglio presso la Torre di Carlo V, dove ci sarà l’inaugurazione di “In_Testo Con_Testo Ri_Contesto”, la mostra del Libro d’Artista Contemporaneo, costituita dalle opere di 21 artisti esposte fino al 17 luglio. Un modo per abbracciare l’intero territorio ed unire simbolicamente il lungomare, dove si terrà il Festival, all’Antiquarium di Castrum Truentinum, uno dei principali luoghi simbolo della storia e della cultura locale.
E per coinvolgere il territorio truentino in un evento che si svolge sul lungomare, dato che vacanza è spesso sinonimo di lettura sotto l’ombrellone, nei sette giorni del Festival in tutti gli alberghi e chalet di Martinsicuro sarà allestito uno spazio con libri che potranno essere liberamente presi e portati con sé per intrattenersi piacevolmente nella lettura. I volumi, che riguardano diverse tipologie (saggi, romanzi, libri per ragazzi) sono stati messi a disposizione da Franco Marcelli, di Alba Adriatica.
Numerosi gli ospiti che parteciperanno alla seconda edizione del Martinbook Festival: l’arte sarà protagonista con Solidea Ruggiero (la cui performance “Idea Solida” aprirà la manifestazione), con i fumetti di Lorenzo Bartoli, con la mostra fotografica del Collettivo F/ allestita sul lungomare, con la musica dei Giacinto Cistola Trio.
Negli stand si svolgeranno nelle serate di martedì, giovedì e venerdì dei laboratori ludico-creativi per bambini a cura della Libreria Mondadori e della scuola di fumetto “Adriatica” di Rossano Piccioni. Domenica sera, alla presenza della mascotte Mondadori “Scimpa”, verranno rilasciati attestati ai bambini che hanno partecipato ai laboratori.
I giornalisti e gli scrittori che presenteranno le rispettive pubblicazioni sono Simone Gambacorta (“La luna è ancora nascosta. Conversazioni su Ennio Flaiano”), Umberto Braccili (“Macerie dentro e fuori”), Angelo De Nicola (“Il mito di Celestino”), Mario Giordano (“Sanguisughe”) e Giulio Borrelli (“Le mani sul Tg1”), Aurelio Picca (“Se la fortuna è nostra”), Vins Gallico (“Portami rispetto”), Antonio Pascale, Laura De Berardinis (“Raccolgo conchiglie”), Luca D’Ascanio (“E lieve sia la terra. 24 scrittori per i morti del terremoto in Abruzzo”). Si parlerà anche di musica e solidarietà con la presentazione del cd “Savannah” del gruppo Quarta Dimensione Mpc.
“Per la seconda edizione del Martinbook Festival – ha affermato Valeria Di Felice, della Di Felice Edizioni e presidente dell’associazione Martinbook – si era pensato di fare quattro serate al massimo, ma le richieste di partecipazione sono state talmente tante che abbiamo raddoppiato le date, e nonostante questo molti artisti sono rimasti fuori. Questo è segno che l’evento sta diventando un polo di riferimento e di raccordo per le risorse culturali.”
“Il Comune ha realizzato questa iniziativa – ha affermato il consigliere delegato alla Cultura Massimo Vagnoni –poiché promuove i talenti e le eccellenze locali: scrittori, editori, artisti, musicisti, aziende che hanno collaborato, e nel contempo porta a Martinsicuro anche nomi di rilevanza nazionale. Mi spiace solo che il Festival abbia riscosso apprezzamento maggiore fuori Martinsicuro che nella nostra città. Il progetto ha suscitato notevole interesse al Salone Internazionale del Libro ed è stato ritenuto valido e meritevole dalla regione Abruzzo e dalla Provincia di Teramo, che hanno erogato contributi maggiori rispetto allo scorso anno. Voglio a tal proposito rassicurare quanti hanno attaccato l’associazione Martinbook, poiché la stessa non ha mai ricevuto alcun fondo ed è costituita da persone che lavorano per la manifestazione a titolo esclusivamente volontario, come accade del resto in tutte le associazioni culturali, e sono riuscite ad organizzare una buona parte degli eventi in programma a costo zero. Voglio ringraziare l’assessore regionale alla Cultura Luigi De Fanis e l’assessore provinciale Di Michele per aver creduto in questo progetto”.
La manifestazione si concluderà domenica 17 luglio con l’assegnazione del Premio Letterario Internazionale Città di Martinsicuro, giunto alla terza edizione.
L’evento ha il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Abruzzo, Provincia di Teramo.

Il Festival
Il Festival truentino mira alla promozione del libro e dell’arte, intesi come elementi strategici per lo sviluppo socio-culturale: si tratta di un’iniziava tanto ambiziosa quanto stimolante che è volta a creare sinergie per la valorizzazione culturale del territorio truentino e che, allo stesso tempo, mira al coinvolgimento di realtà culturali non soltanto locali.
Leggere, ascoltare, sognare… sono le tre parole che meglio descrivono la suggestiva atmosfera di una kermesse che ogni anno trasforma per un’intera settimana il lungomare martinsicurese in un vero e proprio appuntamento con l’Arte in tutte le sue espressioni: incontri con autori, reading poetici, spettacoli teatrali, concerti fanno da corollario ad una rassegna libraria che vede la partecipazione di numerose case editrici non solo abruzzesi. Tra i numerosi eventi in programma, il festival accoglie anche la cerimonia di premiazione delle migliori opere partecipanti al Premio Letterario Internazionale “Città di Martinsicuro”.

.:.

Gli organizzatori

Il Comune di Martinsicuro (Assessorato alla Cultura)

Casa editrice “Di Felice Edizioni”
La casa editrice, fondata nel 2010 da Valeria Di Felice, è volta a promuovere la cultura letteraria italiana e straniera, prestando attenzione non solo alla realizzazione di prodotti librari ma anche all’organizzazione di eventi e manifestazioni intesi come momenti di incontro e di crescita individuale e sociale.
La casa editrice è aperta a vari generi letterari (poesia, narrativa, saggistica, ecc.) e si rivolge sia agli scrittori emergenti che alle penne più autorevoli contemporanee e del passato, selezionando con cura opere di alta qualità, in grado di arricchire il patrimonio culturale e di stimolare riflessioni edificanti.
La politica editoriale perseguita presta molta attenzione all’attività di traduzione come strumento strategico per avvicinare culture, tessere relazioni e incoraggiare il confronto tra orizzonti conoscitivi diversi, e si occupa soprattutto della traduzione di testi dall’arabo all’italiano e viceversa. In particolare mira alla promozione e diffusione della poesia e della narrativa della costa nordafricana e dei paesi arabi, tra i quali il Marocco, la Tunisia, l’Egitto, l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi, avvalendosi di traduttori di spicco come il professor Reddad Cherrati (traduttore di importanti poeti arabi, spagnoli e italiani e docente di lingua spagnola e italiana al Centro Pedagogico Regionale di Rabat).

Associazione Culturale Martinbook
L’Associazione “Martinbook” nasce nel 2011 a Martinsicuro con l’obiettivo di diffondere, promuovere, sostenere tutte le iniziative culturali in cui si realizza la dinamica dell’INCONTRO, inteso come opportunità di crescita individuale e sociale e come strumento strategico per produrre nuovi contenuti culturali.
Oltre ad organizzare il Martinbook Festival (il festival truentino del libro e dell’arte), l’Associazione promuove per tutto il periodo annuale eventi di vario genere (presentazioni di libri, incontri con l’autore, reading letterari, spettacoli teatrali, concerti musicali) che incentivano l’incontro tra scrittori di diverse culture e nazionalità, e la sinergia tra arti diverse, affinché i saperi e le varie forme artistiche trovino libero spazio per sperimentare e sperimentarsi.
Coerente con la convinzione che la cultura sia una risorsa importante, l’Associazione è aperta a tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo del proprio territorio e che trovano nell’attiva condivisione di questo progetto il fondamento della propria operosità e il motore della crescita culturale

Case editrici, Librerie e Associazioni che partecipano al Festival
Arché Edizioni,Associazione “Martinbook”,Associazione “On the road”,Associazione “Ferdinando Ranalli”, Associazione “Allenamenti”, Associazione AMREF, Centro Ricerche Storiche, Consorzio A-Tour, Di Felice Edizioni,Duende Edizioni, Ediland Edizioni, Edizioni Inkiostro, Galaad Edizioni, Gruppo Lisciani, Libreria La Bibliofila, La Nuova Editrice, Leonida Edizioni, Libreria Mondadori, Marte Editrice, Menabò Edizioni,Nuovi Orizzonti,Ricerche e Redazioni,Textus Edizioni, Tracce Edizioni, Wizarts Edizioni

.:.

Il programma

Domenica 10 Luglio Serata di Anteprima “Aspettando il Martinbook” – Torre di Carlo V
ore 21.00 La malinconia secondo UT
ore 21.30 Incontro con Cinzia Leone
ore 22.30 Concerto a cura del Giacinto Cistola Trio
Inaugurazione della rassegna internazionale del Libro d’Artista “In_Testo Con_Testo Ri_Contesto” a cura di Antonio del Gatto.
Degustazione di vini e prodotti tipici

Lunedi 11 luglio – Rotonda Las Palmas
21.00 “Idea Solida”, reading musicale di Solidea Ruggiero
22.00 Aurelio Picca. Presentazione del libro “Se la fortuna è nostra” (Rizzoli)
23.00 Vins Gallico. Presentazione del libro “Portami rispetto” (Rizzoli)

Martedì 12 luglio
21.00 Baby Land World – laboratori creativi per bambini (Mondadori)
21.30 Umberto Braccili. Presentazione del libro “Macerie dentro e fuori”
22.30 Angelo De Nicola. Presentazione del libro “Il mito di Celestino” (One Group Edizioni)

Mercoledì 13 luglio
21.30 Presentazione del libro “E lieve sia la terra. 24 scrittori per i morti del terremoto in Abruzzo”, a cura di Luca D’Ascanio (Textus Edizioni)
22.00 Lorenzo Bartoli. “25 anni di scrittura creativa per immagini”
23.00 Laura De Berardinis. Presentazione del libro “Raccolgo conchiglie” (Ricerche e Redazioni)

Giovedì 14 luglio
21.00 Baby Land World – laboratori creativi per bambini (Mondadori)
21.30 Incontro con lo scrittore Antonio Pascale a cura di Dimitri Ruggeri
23.00 Percorsi Obliqui. Reading musicale e letterario “Monk my dear”

Venerdì 15 luglio
21.00 Baby Land World – laboratori creativi per bambini (Mondadori)
21.30 Giulio Borrelli. Presentazione del libro “Le mani sul Tg1” (Coniglio Editore)
23.00 Simone Gambacorta. Presentazione del libro “La luna è ancora nascosta. Conversazioni su Ennio Flaiano” (Galaad Edizioni)

Sabato 16 luglio
21.30 Mario Giordano. Presentazione del libro “Sanguisughe” (Mondadori)
23.00 Quarta Dimensione MPC – Presentazione del CD “Savannah” e progetto pro AMREF

Domenica 17 luglio
20.30 Baby Land World – Premiazione dei bambini dei laboratori creativi, con la partecipazione di “Scimpa”
21.30 Premiazione III ed. Premio Letterario Internazionale “Città di Martinsicuro”

.:.

Gli ospiti

“IN_TESTO CON_TESTO RI_CONTESTO”
Gli Artisti dell’edizione 2011 sono: Franca Bernardi, Silvia Branchesi, Agostino Cartuccia, Manuela Cerolini, Benedetta Corvatta, Antonio De Marini, Antonio Del Gatto, Paolo Gobbi, Gruppo Sinestetico, Franco Morresi, Marco Pennesi, Irene Podgornik – Michela Sperindio, Teresa Pollidori, Fernando Rea, Federica Ricci, Antonio Sassu. Antonella Servili, Claudio Francesco Maria Simonetti, Nima Tayebian, Laura Travanti, Simona Uberto, Anna Uncini, Serena Vallese, William Vecchietti.
Il Libro d’Artista è il prodotto di una serie di interventi tesi a diversificare il libro dalla produzione editoriale formalmente codificata. Può essere costituito da unico pezzo (opera unica) o arrivare a tirature numerate.
Nasce nell’accezione più diffusa e condivisa, con le Avanguardie storiche del Novecento ed in particolare con il Futurismo, ma può essere ricondotto in maniera analoga alla situazione che si verifica nelle altre arti visive ove l’artista può affiancare alla produzione di opere uniche quella di multipli e di incisioni calcografiche, xilografiche, litografiche o serigrafiche in diversi esemplari.
La forma esteriore del libro d’artista difficilmente si discosta da quella tradizionale, mentre variano i sistemi di assemblaggio e di rilegatura ed i materiali usati, che possono essere, oltre che gli usuali carta, cartoncino e cartone: legno, vetro, metallo, plastica.

UT
Articoli, saggi, riflessioni, segni d’arte per chi desidera capire, approfondire, colloquiare con tutto quello che c’è dietro l’immagine. Questo in sintesi ciò che è UT, dal latino affinché, una pubblicazione bimestrale d’arte e fatti culturali di Ediland Edizioni.
Ut è una rivista che non risponde ai canoni grafici e stilistici propri del genere rivista. E’ infatti costituita da un foglio di carta abbastanza spesso, simile al cartoncino, su cui sono stampati quattro brevi ma significativi articoli che riguardano un tema specifico. Ha una tiratura limitata di 139 copie numerate.

CINZIA LEONE
E’ autrice di fumetti e giornalista. Inizia la sua attività di disegnatrice pubblicando la sua prima storia a fumetti su “Alter Alter” nel 1978 e quindi partecipando al gruppo fondatore del settimanale satirico “Il Male”.
Inizia così una carriera professionale nella quale esprime il suo eclettismo: diventa Art director del mensile “La Nuova Ecologia”, del “Sole 24 ore”, del “Riformista”; tiene rubriche su periodici come “Io Donna”, “Amica”, “il Riformista” e “New Politics”; insegna all’IED (Istituto Europeo di Design) “Tecniche di racconto, dal fumetto allo storyboard pubblicitario”; è direttore della collana di diari Diario Minimo della casa editrice Memori. Inoltre è illustratrice e lavora per la televisione, per la quale ha realizzato sigle e cartoni animati.

GIACINTO CISTOLA TRIO
Il Giacinto Cistola Trio (Giacinto Cistola chitarra, Pierpaolo Pica contrabbasso, Dario Digiammartino batteria) nasce con il folle intento di far suonare un Trio composto da chitarra, contrabbasso e batteria come se fosse un pianoforte.
L’interplay fra i musicisti e l’uso degli spazi creati dal quarto elemento del gruppo “il silenzio”, e la costante ricerca armonica, rende il sound del trio elegante ed equilibrato”. Il repertorio è composto da composizioni di Evans, Monk, Ellington, Brubeck.

SOLIDEA RUGGIERO
autrice e scrittrice, pubblica da anni, per la narrativa, brani, e racconti brevi per varie riviste culturali, d’arte e letteratura. Dal 2003 si occupa di arte contemporanea: recensioni per l’arte pubblicando su Exibart, Segno, L’Urlo, etc 
Dal 2007 è l’ideatrice ed il direttore del portale culturale d’arte e comunicazione http://www.artevizi.net
“IdeaSolida” è un progetto sperimentale nato nella primavera del 2009, di Solidea Ruggiero, giovane autrice: una performance di alcuni suoi brani (pubblicati e inediti) in forma di reading, musicato da Lucio Lambertelli (chitarra e computer) e Paolo Erica (basso e campionatore), accompagnata da una videoinstallazione di Massimiliano Bartolini creata per il progetto stesso, e a seguire, una videoinstallazione fotografica di Massimo Barberio. Il tutto si fonde e si mescola, in uno spettacolo di parole, musica e immagini.

COLLETTIVO F/
La rassegna fotografica “Collettivo f/”, è il manifesto fotografico di un gruppo di appassionati, professionisti, artisti dell’immagine (Sara Genny Michetti, Alessandra Mandozzi, Dante Marcos Spurio, Alessia Alesiani, Francesca Marchetti, Sabine Meyer, Luigi Curzi, Lara Pignotti, Peppe Di Caro, Patrizia Malizia, Lanfranco Valori, Fabio Pieralisi e Fabrizio de Fabiis).
In mostra alla rassegna opere su carta incorniciata, opere stampate su alluminio, opere in bianco e nero e a colore, tecniche miste. Temi proposti? Nudo accademico in bianco e nero, paesaggio naturalistico puro, ritratto giornalistico, astratto minimalista, paesaggio industriale, reportage da viaggio, foto processing.

AURELIO PICCA
E’ giornalista, scrittore e poeta italiano.
Ha esordito nella narrativa nel 1992 con la raccolta di racconti La schiuma. Ma il vero esordio è un libro di poesie, Per punizione, uscito nel 1990. Ha poi pubblicato L’esame di maturità (1995), I racconti dell’eternità (1995), I mulatti (1996), Tuttestelle (1998, Bellissima (1999), Sacrocuore (2003). Via Volta della morte (2006). Del 2007 è il poemetto civile “L’Italia è morta, io sono l’Italia”. “Se la fortuna è nostra” (2011). Ha collaborato tra gli altri con Repubblica, Il Giornale, Max, Nuovi Argomenti. Inoltre è video maker: Elogio delle Torri e Palio del bianco; Roma tanta poca; Asilo infantile, intervista a Edward Bunker.
“Se la fortuna è nostra”
La vita, la morte, l’eredità, la roba. Le regole del sangue. Un mondo posseduto da riti primitivi e passioni inestinguibili, un mondo di uomini dolci come il miele e feroci come animali, attaccati con pelle e unghie alla terra. Questo mondo e la sua epopea di donne devote, di gente che si toglieva il pane di bocca per amore della roba, rivive nelle pagine del romanzo che il nonno Aurelio, uomo di fede repubblicana e mangiapreti, incitava l’autore a scrivere, e che è intitolato alla fortuna. Nella fortuna il vecchio aveva sperato per ricostituire il patrimonio che il capostipite, nonno Arcangelo, aveva dilapidato, tra amori e odi, grandezze e miserie. è un romanzo sulla memoria e fatto di memoria, una scrittura che viene dalla terra dura e arcigna, ma che trascende l’autore perché vive di vita propria. È la storia di un’intera esistenza, il regalo di un grande scrittore al suo pubblico. Un glorioso banchetto di vivi e morti tra terra e cielo.

VINS GALLICO
E’ nato a Melito nel 1976, ha vissuto a Reggio fino a 18 anni, quando ha deciso di andare via: Roma prima, poi Germania, infine di nuovo Roma.
Il suo primo romanzo è “Portami rispetto”.
“Questa non è una terra normale. In Calabria la paura ha avvolto qualsiasi emozione. È un tiranno che non ha bisogno neppure di nascondersi. Magari tra di noi c’è ancora qualche eroe, ma non sarà lui a risolvere la situazione”
L’anima nera della Calabria, dove oggi più che mai vige il diritto del più forte, trova finalmente voce in un romanzo crudele e ironico, che racconta una società senza coraggio e senza anticorpi alla mafia, in cui soltanto le parole possono ancora cambiare le cose. E forse neanche quelle.

UMBERTO BRACCILI
Giornalista di Rai3 Abruzzo
“Macerie dentro e fuori”
Un libro per non dimenticare le vittime del terremoto dell’Aquila, ma soprattutto per non oscurare o archiviare le cause e le responsabilità di un dramma che ha spezzato tante giovani vite. E’ “Macerie dentro e fuori”, un libro “scritto a 28 mani”, come tiene a sottolineare l’autore, che ha raccolto appunto la testimonianza di genitori e parenti di alcuni studenti universitari morti nella notte del 6 aprile 2009. Vogliono giustizia queste famiglie, vogliono che i loro figli non siano dimenticati. Vogliono che qualcuno paghi per quelle case costruite male, per quelle tende mai piazzate in città nonostante le ripetute scosse e che potevano essere rifugio per gli studenti fuori sede.
Il ricavato del libro sarà utilizzato per la battaglia legale che i famigliari delle vittime stanno portando avanti, e per un progetto che prevede l’istituzione di borse di studio per studenti universitari meritevoli

ANGELO DE NICOLA
Giornalista professionista de”Il Messaggero” è vice coordinatore dell’edizione Abruzzo. Per il Messaggero ha seguito alcuni tra i più importanti casi di cronaca nera e giudiziaria della provincia dell’Aquila ed in particolare le inchieste sulla Tangentopoli e la Clientopoli abruzzese negli anni Novanta.
Tra i libri pubblicati “Presunto Innocente” (2003), “Da Tragnone a Fidel Castro” (2004).
“La maschera di Celestino” (2005), “La missione di Celestino” (2006), “Il nostro terremoto” (2009). Dal dicembre 2009 è docente a contratto per il tirocinio di “Giornalismo investigativo” del Corso di Scienze dell’Investigazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi dell’Aquila. Nel dicembre 2010 ha pubblicato “Il mito di Celestino”
“Il mito di Celestino”
Il libro è dedicato alla emblematica figura dell’eremita fra’ Pietro Angelerio del Morrone, incoronato pontefice nel 1294 col nome di Celestino V, poi clamorosamente dimessosi nell’impossibilita’ di conciliare lo spirito del Vangelo con i doveri del trono.

LUCA D’ASCANIO (curatore)
“E lieve sia la terra: 24 scrittori per i morti del terremoto in Abruzzo”
“Ogni capitolo di questo libro è un nome, ogni nome è una vita che ha tracciato percorsi più o meno lunghi, alcuni dei quali sono iniziati e finiti all’Aquila, altri hanno seguito incredibili traiettorie prima di tornare in città, altri ancora sono arrivati da lontano. E lieve sia la terra è uno dei possibili modi di ricordare le persone scomparse nel terremoto del 6 aprile 2009. È il modo della letteratura, quello degli autori che hanno scelto di scrivere delle storie di tante vite, dell’indignazione per tante morti. È una raccolta di testi che si misura coraggiosamente con la perdita dell’altro, che di fronte alla morte sa andare oltre la compassione, risponde al dovere della partecipazione, mantiene rispettosa la distanza dovuta al dolore di chi non si conosce ma rifiuta l’indifferenza.

LORENZO BARTOLI
Esordisce come scrittore di fumetti nel 1988 su Comic Art e L’Eternauta (che ha diretto per un anno), a cui è seguito Tiramolla, di cui è stato anche direttore editoriale e artistico. Nel 1993, insieme ad Andrea Domestici, crea Arthur King, un fumetto mensile da edicola di fantascienza umoristica che fa il verso a Nathan Never (ma non solo). Inizia quindi a collaborare con Eura Editoriale (attualmente ne è Direttore Editoriale), per la quale crea, assieme all’amico e collega Roberto Recchioni, l’universo narrativo di Napoli Ground Zero. Collabora a lungo con Massimo Carnevale col quale realizza il pluripremiato Uomini e Topi e Il Dono di Eric e vari altri liberi per i settimanali Eura. Ha scritto due romanzi di fantascienza per Fanucci con lo pseudonimo di Akira Mishima e ha lavorato per cinema e TV.

LAURA DE BERARDINIS
Scrittrice e poetessa teramana
“Raccolgo conchiglie”
E’ un coinvolgente connubio tra poesia e racconto breve, che testimonia di “come la scrittura debba e possa essere un cimento che estorce, a chi voglia praticarla con autenticità, un itinerario contundente e talvolta implacabile, un cammino di luci e ombre lungo il quale le insidie del dolore e dell’inquietudine si adunano attorno ai punti cardinali dell’esistere”.

ANTONIO PASCALE
Giornalista e scrittore. Ha pubblicato tra l’altro: La città distratta (Einaudi, 2001 – Premio Onofri, Premio Elsa Morante-isola di Arturo), La manutenzione degli affetti (Einaudi, 2003 – Premio Lo Straniero, Ostia, Premio Chiara, Premio Napoli, cinquina Premio Viareggio) e Passa la bellezza (Einaudi, 2005), S’è fatta ora (Minimum Fax, 2006), Non è per cattiveria. Confessioni di un viaggiatore pigro (Laterza, 2006), L’isola nave e la memoria degli ultimi marconisti (La Riflessione, 2007), Scienza e sentimento (Einaudi, 2008), Solo in Italia (Contrasto DUE, 2008).
Ha curato la raccolta di racconti The best off 2005 per Minimum Fax. Collabora con Radio 3 RAI, il Diario della settimana, lo Straniero e il Mattino.

GIULIO BORRELLI
Dal 1978 giornalista per il Tg1 della Rai. Conduce per diversi anni il telegiornale della mezzasera, e poi l’edizione delle 13.30. Ideatore ed anchor-man di trasmissioni e servizi di approfondimento sulle principali vicende italiane, nel 1994 diventa caporedattore del TG1 e dal 1995 conduce l’edizone delle 20 dello stesso telegiornale. Nel 1997 pubblica per Rai-ERI il libro Palcoscenico Italia, l’anno dopo diviene direttore del Tg1. Nel 2000 lascia la direzione e diventa corrispondente e responsabile della sede Rai di New York. Nel 2005 pubblica il libro Uragano W. che racconta la storia contemporanea dopo l’undici settembre. Nel 2010 pubblica Le mani sul Tg1, in cui racconta gli ultimi anni della storia del telegiornale dal punto di vista di un interno.
“Le mani sul Tg1”
«Negli ultimi 15 anni sono stati nominati dieci direttori al TG1. Solo tre possono essere considerati professionisti interni all’azienda. Uno ha fatto la spola tra la Rai e Mediaset. Gli altri, ben sei, sono giornalisti approdati dall’esterno a dirigere la testata italiana più importante, con scarsa epserienza televisiva e nessuna pratica nel servizio pubblico. Qualcosa vorrà pur significare.»
Il libro di Giulio Borrelli svela, per la prima volta, in modo documentato, meccanismi interni, retroscena, episodi sconosciuti o rimossi. Il lettore trova fondamentali elementi di analisi e di interpretazione per comprendere le logiche di funzionamento della testata ammiraglia, legate non solo alla politica. La chiave narrativa è assolutamente originale e mai nostalgica. Il racconto – attraverso anche una testimonianza autobiografica – fornisce una spiegazione motivata e convincente dell’azione svolta, da metà degli anni Novanta ad oggi, da quelle che l’autore chiama “lobby politico-editorial-giornalistiche”.

SIMONE GAMBACORTA
E’ giornalista, dal 2001 scrive stabilmente di libri e letteratura per la carta stampata, in televisione e nel web. Per tre anni è direttore del Festival letterario Lib[e]ri, dal 2006 siede nella giuria del Premio Teramo. È Socio della Deputazione Abruzzese di Storia Patria e componente del Comitato di Studi Storici della Banca di Teramo. È stato consulente per le edizioni Tabula Fati (Chieti) e attualmente dirige la collana di narrativa per la casa editrice Ricerche & Redazioni di Teramo. Organizza e cura rassegne letterarie e tiene corsi di scrittura creativa e scrittura giornalistica in licei e in altre sedi. Ha vinto il prestigioso Premio Flaiano per la Critica 2010.
“La luna è ancora nascosta. Conversazioni su Ennio Flaiano”
Il volume è una raccolta di interviste su Ennio Flaiano, a cento anni dalla sua nascita (1910 – 2010), rilasciate a Gambacorta dai critici Vittoriano Esposito, Renato Minore, Giuseppe Rosato e Lucilla Sergiacomo che ne hanno studiati e scrutato a fondo l’opera.
Le conversazioni raccolte nel libro restituiscono la fisionomia più autentica di Flaiano e ne evidenziano la bruciante attualità, in ossequio alla concezione che Gambacorta ha dell’intervista quale strumento di divulgazione.

MARIO GIORDANO
Giornalista e scrittore. Ha lavorato al Tg1, è stato direttore di Studio Aperto e di trasmissioni televisive Mediaset come Lucignolo e L’Alieno. E’ direttore di News Mediaset ed editorialista de Il Giornale.
“Sanguisughe”
C’è il pensionato Inps più ricco d’Italia: 90000 euro al mese. Ci sono i tre onorevoli che sono stati in Parlamento 1 solo giorno e prendono la pensione da parlamentari per tutta la vita. C’è l’ex presidente del Consiglio che ha tagliato le pensioni altrui e ne ha ottenuta per sé una da 31000 euro al mese. C’è l’ex presidente della Repubblica che, oltre al vitalizio, incassa 4766 euro netti al mese come ex magistrato, pur avendo lavorato come magistrato solo 3 anni. Ci sono le baby pensioni, le pensioni ai mafiosi, le doppie, triple e quadruple pensioni: mentre ai cittadini comuni vengono chiesti continui sacrifici sul fronte previdenziale, mentre l’Europa insiste per allungare la vita lavorativa e i giovani non sanno se potranno mai avere una vecchiaia serena, la casta dei pensionati d’oro mantiene i suoi privilegi, anzi, se ne riserva sempre di nuovi.

QUARTA DIMENSIONE MPC
La Quarta Dimensione MPC realizza progetti di musica leggera, disco music e lirica. Li realizza su “misura” per cantanti professionisti e non.
La “M” di MPC sta per “Marcozzi” Giuliano che vive a tempo pieno questa Quarta Dimensione MPC dando la totale disponibilità, in termini imprenditoriali e musicali, con l’intento di far emergere talenti con potenzialità tali da essere immessi nel grande circuito della musica italiana.
La “P” sta per “Piunti” Floriano. Il suo compito è quello di produrre “testi e musiche” inserendoli in contesti progettuali. Le “parole” per Floriano hanno tutto il peso della “storia delle etnie”.
Si giunge quindi, ad esempio, a produrre testi con la lingua dei pellirossa o in aramaico, plasmandoli su misura alle diverse esigenze che si vengono via via presentando.
La “C” infine, sta per “Centini” Marcello. E’ lui il grande artista del gruppo. A livello musicale viaggia, ormai da diverso tempo, verso lidi eccelsi. Vanta diverse produzioni musicali di altissima qualità in importanti teatri italiani. E’ recente una sua esperienza “poetico musicale” con l’ex olimpionico sambenedettese Pasquale Carminucci, oggi scrittore e poeta.
“Savannah”
Savannah è uno straordinario viaggio attraverso suoni e colori dell’Africa, con magiche assonanze e rivisitazioni mediterranee. Paesaggi, strumenti etnici e linguaggi si amalgamano alchenicamente per dare vita ad una creatura d’Africa made in Italy, tenuta a battesimo da artisti di indiscutibile talento. I ricavati di Savannah andranno devoluti all’Amref Italia, a supporto dell’Africa, per l’Africa con Giobbe Covatta testimonial dell’Amref.

PREMIAZIONE III ED. PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE “CITTÀ DI MARTINSICURO
Giunto alla terza edizione, organizzato dal comune di Martinsicuro e dalla casa editrice Di Felice Edizioni, patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Abruzzo e dalla Provincia di Teramo, riveste un’importanza di rilievo perché è parte integrante di un progetto socio-culturale di ampio respiro che mira a valorizzare l’attività letteraria promuovendo le penne più meritevoli e significative. Il Premio si rivolge soprattutto alle opere inedite di poesia e narrativa, al fine di offrire agli autori una possibilità in più di entrare nel complesso e intricato mondo dell’editoria e di farsi conoscere al piccolo-grande pubblico dei lettori attraverso la vincita della pubblicazione. Oltre a stimolare l’attività letteraria, il Premio è volto anche a promuovere il patrimonio storico-culturale del territorio del Truentum, sia antico che contemporaneo, attraverso l’intitolazione di due sezioni speciali all’artista Mauro Crocetta e al Truentum stesso.
Come l’anno scorso verrà realizzata l’antologia poetica che raccoglie le poesie partecipanti del Premio e verrà spedita e promossa in molti Istituti italiani di cultura all’estero.


  • Eventi in moviemento

galleria eventi, viedo art, interviste, trailer

Annunci

Informazioni su Staff "Il Blog di DIMITRI, il verseggiatore"

Dimitri Ruggeri è un poeta e performer vocale. Consegue la maturità presso Scuola Navale “F. Morosini” di Venezia e la laurea all’Università “La Sapienza” di Roma. Tra le raccolte poetiche si segnalano Parole di grano (2007), Status d’amore (2010), Carnem Levare, (2008), Il Marinaio di Saigon (2013, Premio della critica Mioesordio 2014 – Gruppo Editoriale L’Espresso), Soda caustica (2014). Ha partecipato a Poetry Slam, Festival di poesia e ai più importanti Festival di videopoesia in Europa. Nel 2006 è stato ospite al programma RAI (Futura) Miss Poesia. Ha viaggiato in più di settanta paesi nel mondo. Maggiori informazioni su www.dimitriruggeri.com Vedi tutti gli articoli di Staff "Il Blog di DIMITRI, il verseggiatore"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: