Un museo per la poesia

Museo poesiaSabato 17 maggio a Piacenza, a partire dalle ore 18,30 in piazzetta della Pace, 5 (venti metri dal Duomo), si inaugurerà Il Piccolo Museo della Poesia Incolmabili fenditure.
Alle ore 18,30 il taglio del nastro alla presenza del Sindaco di Piacenza, Paolo Dosi. Alle ore 18,45: visita al museo. Alle ore 19: aperitivo. Dalle 19,15: letture di poesie (nella piazzetta adiacente al

Museo). Leggeranno Guido Oldani – direttore, per Mursia, della Collana Argani di poesia e ideatore del Realismo terminale, Amedeo Anelli – direttore della Rivista internazionale di Poesia e Filosofia “Kamen’”, Valerio Grutt – direttore del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna, Massimo Silvotti – direttore del Piccolo Museo della Poesia Incolmabili fenditure.
Dallo stesso giorno si inaugurerà anche il sito: piccolomuseodellapoesia.it
Il Piccolo Museo della Poesia Incolmabili fenditure nasce a Piacenza per iniziativa dell’omonima associazione culturale. I soci fondatori dell’associazione hanno perseguito tenacemente il sogno di veder nascere il primo museo della Poesia in Europa. E infatti se non si considerano le numerose Case della Poesia esistenti (le quali si configurano certamente per essere luoghi dedicati alla promozione della poesia, ma non nell’accezione prettamente museale che include i concetti di conservazione e vivificazione di un bene, di un oggetto, di un’opera d’arte), questa del museo della Poesia è davvero una prima esperienza pilota, a livello continentale. Ampia e accessibile l’apertura al pubblico: dal mercoledì al sabato, con orario continuato dalle 11 alle 19; il martedì e la domenica, su prenotazione; ingresso, rigorosamente gratuito. Il Piccolo Museo fa parte dell’Associazione Nazionale Musei Locali ed Istituzionali (ANMLI), ha costituito un prestigioso Comitato scientifico, composto da poeti, artisti e critici, con comprovata esperienza internazionale; a presiedere il Comitato il Poeta, nativo di Melegnano, Guido Oldani (direttore per Mursia della collana Argani di poesia, ideatore del Realismo terminale). Per quanto concerne la specificità della straordinaria collezione museale, va detto che il focus sia prevalentemente incentrato sulla Poesia italiana del ‘900 (ma non mancano meravigliose incursioni nella Poesia di ogni tempo, da Dante a Leopardi, da Goethe a Baudelaire; fino al giungere della più significativa e pregnante poesia contemporanea), con libri, antologie, riviste letterarie, anche di somma rarità, a farla da padrone; senza trascurare lettere, dischi, quadri, sculture, a rendere questo luogo unico, per suggestione e atmosfera. E non sembri contraddittorio, se al fianco di una dimensione museale che abbiamo descritto come quasi intimistica, si affianchi un’altra idea di museo che abbia nella vitalità e nel dinamismo il proprio tratto distintivo. Ci riferiamo ad un ruolo, per il museo, di presenza operante nell’arte e nella poesia coeva; un museo che attraverso la funzione di Galleria d’Arte di fatto interloquisca con le intelligenze più avanzate della nostra contemporaneità, nella letteratura, nell’arte; che si ponga al centro della sperimentazione e dell’innovazione,assiemando così, idealmente, memoria e rivolgimento. (Massimo Silvotti).

ORGANIGRAMMA MUSEO:

Direttore: Massimo Silvotti: poeta, artista, filosofo (Piacenza)
Responsabile organizzativo: Francesca Fazio: psicologa, esperta in organizzazione e comunicazione (Piacenza)
Area artistica: Alex Maggiolini: architetto (Milano)
Area conservazione e catalogazione: Gilda Rotello, conservazione beni artistici e museali (Caserta)
Presidente: Guido Oldani – poeta e ideatore del Realismo terminale; direttore della collana Poesia Argani di Mursia
Membri: Amedeo Anelli – poeta, critico letterario e artistico, direttore della Rivista Internazionale di Poesia e Filosofia
Francesca Nacci – pittrice, assistente volontaria a Brera (Milano)
Alessandro Mangiarotti – fotografo, artista, direttore della Galleria “YellowFishArt” di Montreal
Gilberto Colla – attore e regista teatrale (Firenze)

Annunci

Informazioni su Staff "Il Blog di DIMITRI, il verseggiatore"

Dimitri Ruggeri è un poeta e performer vocale. Consegue la maturità presso Scuola Navale “F. Morosini” di Venezia e la laurea all’Università “La Sapienza” di Roma. Tra le raccolte poetiche si segnalano Parole di grano (2007), Status d’amore (2010), Carnem Levare, (2008), Il Marinaio di Saigon (2013, Premio della critica Mioesordio 2014 – Gruppo Editoriale L’Espresso), Soda caustica (2014). Ha partecipato a Poetry Slam, Festival di poesia e ai più importanti Festival di videopoesia in Europa. Nel 2006 è stato ospite al programma RAI (Futura) Miss Poesia. Ha viaggiato in più di settanta paesi nel mondo. Maggiori informazioni su www.dimitriruggeri.com Vedi tutti gli articoli di Staff "Il Blog di DIMITRI, il verseggiatore"

One response to “Un museo per la poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: